Calcolo della pensione

… pian piano si invecchia e può capitare di chiedersi: quando potrò andare in pensione? Con le nuove regole, sempre più penalizzanti, tale scoperta può tuttavia essere traumatizzante, ma comunque penso sia sempre bene esserne a conoscenza!
C’è comunque sempre da sperare che ci sia un qualche nuovo decreto che favorisca nel prossimo futuro il sicuramente utile ricambio generazionale nel mondo del lavoro … altrimenti, come benefit aziendale, anziché gli asili, si dovranno avere dei badanti!  😉

______________________________________________________________

Ci sono diversi siti che forniscono una indicazione, con buona approssimazione, della data in cui un lavoratore può andare in pensione e generalmente richiedono di inserire principalmente sia il proprio anno di nascita sia il totale (in settimane) di contributi totali accreditati. Ad esempio esiste il modulo nel sito irpef.info che mostra una interfaccia seguente.

Calcolo della data della pensione

Calcolo della data della pensione

Esistono poi anche siti che forniscono l’ammontare approssimativo della propria prossima pensione, ad esempio in questa pagina  o quest’altra.

Resta da sapere quante sono le settimane di contributi totali accreditati e per questo è indispensabile accedere al sito dell’INPS: lo si può fare accedendo il nuovo portale tramite le credenziali rilasciate dall’ente stesso (con una procedura non particolarmente agevole che, almeno quando l’avevo fatta io, prevede l’invio di parte della password via email e parte per posta; frequentemente viene poi richiesto di rigenerarla per cui è indispensabile sempre tenere traccia delle modifiche!) o utilizzando un’identità digitale SPID, ad esempio il TimId: a tale proposito potete vedere un mio precedente post a tale riguardo.

Login nel portale dell'INPS

Login nel portale dell’INPS

Una volta autenticati, non è secondo me particolarmente agevole trovare il modo di ottenere il proprio estratto conto previdenziale, … in termini di usabilità quel portale mi sembra abbia ancora molto da migliorare! Trovare la sezione relativa alla propria pensione non è quindi uno scherzo e forse, a posteriori, il metodo più agevole è quello di cercare la scritta “La mia pensione” (PS: 25/5/2017 – cambiata in “La mia pensione futura“) filtrando tra tutti i servizi disponibili sulla lettera “L“, come mostrato nella figura seguente (“ovviamente” se ricerchi su “P” la voce “Pensione” non la trovi!!).

Ricercare "La mia pensione"

Ricercare “La mia pensione

Accedere al servizio "La mia pensione" (1)

Accedere al servizio “La mia pensione” (1)

Accedere al servizio "La mia pensione" (2)

Accedere al servizio “La mia pensione” (2)

Situazione contributiva attuale

Situazione contributiva attuale

Da qui è possibile accedere alla pagina relativa all’estratto conto contributivo!

Link relativo all'estratto conto contributivo

Link relativo all’Estratto Conto Contributivo

PS: se invece vi si presente la seguente scritta in cui è assente il link Estratto Conto Contributivo, l’unica è telefonare al Call Center  indicato (i.e. 803164 da fisso o 06164164 da cellulare) e, indicando come motivo della chiamata “Estratto Conto Contributivo“, vi verrà chiesto (da un risponditore automatico) se si desidera il suo invio al proprio domicilio, fornendo la data di nascita , nome e cognome.

E' assente il link relativo al Estratto Conto Contributivo: chiamare il Call Center indicato

E’ assente il link relativo al Estratto Conto Contributivo: chiamare il Call Center indicato

Il seguente estratto conto contributivo si può poi salvare come file pdf per eventualmente stamparlo, o si può anche scaricare un file XML contenente in modo strutturato le medesime informazioni, per elaborarle successivamente da un eventuale SW.

Estratto conto contributivo

Estratto conto contributivo

In tale tabella non esiste tuttavia il dato che fornisce chiaramente il dato cercato, vale a dire il numero complessivo di settimane di contributi accreditati per cui si deve fare la somma a manina. Ma se uno è pigro o vuole comunque avere un termine di confronto, esiste un altro metodo, vale a dire scaricare, sempre dal sito dell’INPS (ovviamente non particolarmente pubblicizzato per cui non agevolmente reperibile!), un programmino che, connettendosi probabilmente a qualche servizio del  portale che fornisce i propri dati (probabilmente con lo stesso formato XML scaricabile anche come file e  visto precedentemente), fornisce subito un sunto delle informazioni utili.

Il programma in questione si chiama CARPE PC e l’ultima versione (attualmente la 7.02.40) può essere scaricate da questa pagina del sito dell’INPS (Tutti i software -> Ricerca software, filtrando sulla Tipologia = Per il cittadino)

CARPE PC – SW per il calcolo de4lla retribuzione media pensionabile

Sebbene non molto visibile come link, risulta necessario cliccare sulla scritta in basso per finalmente scaricare lo zip del programma (CA-70240.zip): la pagina è attualmente questa ed il link per scaricarlo è il seguente, anche se probabilmente si modificherà nel tempo (essendo il nome del file e quindi della URL, associata al numero di versione):

Link per scaricare il programma CARPE PC

Una volta installato il programma, per conoscere il numero di settimane fatidico è necessario premere sul pulsante Carica, fornire le proprie credenziali INPS (l’uso alternativo dello SPID non è qui dato come possibile alternativa), premere quindi il pulsante Prelieva estratto: a questo punto vengono forniti tutti i dati relativi alla propria utenza ed in particolare il TOTALE delle settimane (es. negli screenshot seguenti 1856 settimane).

Visualizzazione estratto

Visualizzazione estratto

Premendo il tasto Stampa, si ottiene anche il tabulato dell’estratto conto da cui si deduce anche l’ultimo mese calcolato (in genere qualche mese prima di quello attuale).

Estratto conto scaricabile premendo il tasto Stampa

Estratto conto scaricabile premendo il tasto Stampa

Chiudendo la finestra di popup relativa alla Visualizzazione estratto e tornando poi nella pagina principale dell’applicazione, selezionando il pulsante opportuno (es. Telefonici) si riescono ad ottenere altri dati potenzialmente utili, quali probabilmente anche l’importo della pensione che si prevede verrà elargita: purtroppo non esiste (o almeno il non ne sono a conoscenza) una legenda o un manuale che spieghi al cittadino (al quale è espressamente rivolto tale programma) come interpretare i dati forniti dal medesimo!


Allego infine un file excel, fornitomi da un gentile collega, che può ulteriormente aiutare nel verificare la data di pensionamento fornendo il numero di settimane di contribuzione.

Per conoscere poi, in modo abbastanza preciso, l’importo della pensione, puoi utilizzare questo altro file excel (personalizzando opportunamente sia le colonne A e B – inserendo 1 in corrispondenza del primo anno di contribuzione ed indicando solo nel medesimo rigo gli anni che si aveva di età – sia il reddito anno per anno nel nella colonna D).

Annunci

Informazioni su Enzo Contini

Electronic engineer
Questa voce è stata pubblicata in Aziendali, Giustizia, burocrazia e malcostume, Review e test. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento/Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...